Passa ai contenuti principali
Elettrosmog, nuovi limiti «I più rigorosi d’Europa»

Ma gli ambientalisti: tutelano solo i grandi interessi

(fonte: Corriere della Sera)

ROMA - «Ora, per il cosiddetto elettrosmog, abbiamo i limiti più rigorosi d’Europa», esclamano in coro i ministri delle Comunicazioni Maurizio Gasparri e dell’Ambiente Altero Matteoli. «Macché, questi limiti tutelano solo i grandi interessi e non la salute dei cittadini», replicano gli ambientalisti. I decreti attuativi della tormentata legge quadro sull’elettrosmog, approvati ieri dal Consiglio dei ministri, hanno rilanciato la polemica sugli effetti biologici dei campi elettromagnetici prodotti da elettrodotti (basse frequenze) e da antenne radiotelevisive e per telefonia cellulare (alte frequenze). Come al solito, sia sul versante politico sia su quello tecnico-scientifico, ci sono opinioni nettamente contrapposte.

ELETTRODOTTI - I nuovi decreti fissano, per gli elettrodotti, un valore di attenzione, cioè un limite a tutela di eventuali effetti nocivi a medio e lungo termine in seguito a esposizioni prolungate, di 10 microtesla (unità di misura del campo magnetico). La legislazione nazionale precedente non prevedeva alcun valore di attenzione. Esistevano, tuttavia, norme del 1992 e del 1995 che indicavano un limite di 100 microtesla a garanzia degli «effetti acuti» (quelli che si manifestano immediatamente). «Il valore di attenzione di 10 microtesla - sottolinea Matteoli - è dieci volte inferiore a quello consigliato dal comitato di cinque esperti (l’oncologo Cognetti, l’epidemiologo Doll, il medico Rapacholi, il fisico Regge e l’ingegnere Falciasecca), che aveva consigliato di attenersi ai valori di 100 microtesla indicati dalla Comunità europea. Fissando limiti fra i più severi al mondo, abbiamo voluto tenere conto delle preoccupazioni espresse dai cittadini». Il decreto stabilisce anche un «obiettivo di qualità» di 3 microtesla da applicarsi alle linee di futura costruzione.


ANTENNE - Il valore di attenzione stabilito dai nuovi decreti è di 6 volt per metro (unità di misura del campo elettrico). In questo caso non ci sono novità rispetto al passato perché già una norma del 1998 prevedeva l’identico valore. «Si tratta di un valore estremamente cautelativo per la popolazione - ribadisce il ministro dell’Ambiente -, ben dieci volte inferiore, per fare un esempio, rispetto a quello in vigore in Gran Bretagna». Aggiunge Gasparri: «E’ un decreto che non solo tutela i cittadini, ma facilita lo sviluppo delle reti di telefonia mobile di terza generazione Umts».


PRECAUZIONE - «Con questi decreti è stato ucciso il principio di precauzione - controbatte l’onorevole Valerio Calzolaio, ex sottosegretario all’Ambiente -. Infatti il limite di 10 microtesla è venti volte più alto di quello ipotizzato nella prima bozza di decreto elaborata due anni fa del centrosinistra. Con questi numeri, i risanamenti saranno nulli o minimi. Quanto agli effetti a lungo termine sulla salute, vedremo se non si faranno sentire». Altrettanto contrariato il verde Pecoraro Scanio il quale parla di «condono sulla pelle della gente» e invoca il referendum.


CARRETTE - Consensi quasi unanimi, invece, anche da parte degli ecologisti, su un altro decreto di tutela ambientale che, anticipando la nuova normativa europea, vieta l’ingresso nei porti alle cosiddette «carrette del mare», navi cisterna a scafo singolo, con età superiore ai 15 anni, che trasportano combustibili e altri prodotti pericolosi.

Franco Foresta Martin

Commenti

Post popolari in questo blog

A Congresso della famiglia di Verona tolto il patrocinio della Presidenza del Consiglio

Al congresso mondiale delle famiglie di Verona, riunione alla quale parteciperanno molti movimenti di destra ed estrema destra, a cui ha dato il patrocinio il ministro della famiglia Fontana e al quale ha già detto che parteciperà il ministro Salvini, è stato tolto il patrocinio della Presidenza del Consiglio.

La decisione, si legge, è stata presa dal premier Giuseppe Conte: «Il patrocinio» sul World Congress of Families «è stato concesso dal Ministro Lorenzo Fontana, di sua iniziativa, nell’ambito delle sue proprie prerogative, senza il mio personale coinvolgimento né quello collegiale del Governo All’esito di un’approfondita istruttoria e dopo un’attenta valutazione dei molteplici profili coinvolti, ho comunicato al Ministro Fontana la opportunità che il riferimento alla Presidenza del Consiglio sia eliminato e gli ho rappresentato le ragioni di questa scelta». Lo afferma il premier Giuseppe Conte su Facebook. «Questo governo - ha aggiunto Conte - si propone di tutelare con la mass…

Want to Change the World? Be Resilient

By John McKinley, Harvard Business Review
What’s the difference between someone with a good idea and a person who can transform their ideas into real impact? To tackle the world’s biggest problems, we need to be able to identify and support the people who are capable of creating lasting change. At Acumen Fund, we spend a lot of time trying to find and train aspiring and established leaders from around the world who have the right mix of talent, ideas, and passion.
And what we’ve found time and again is: Resilience matters most. Resilient leaders have three key characteristics: Grit: Short-term focus on tasks at hand, a willingness to slog through broken systems with limited resources, and pragmatic problem-solving skills.Courage: Action in the face of fear and embracing the unknown.Commitment: Long-term optimism and focus on big-picture goals.I see these qualities in the Global Fellows who are selected to work with Acumen’s investee companies across Africa and South As…

CasaPound in visita in Siria, perché i neo fascisti amano così tanto Assad

Nazionalismo, propaganda e cospirazionismo: dall’Italia e dall’Europa si fanno sempre più frequenti i viaggi degli attivisti di estrema destra


Il Tricolore chiama, Damasco risponde. Si è conclusa il 26 agosto scorso la visita di una delegazione di CasaPound nelle città siriane di Aleppo, Hama, Tartus e Palmira. Durante il viaggio — ufficialmente si è trattato di una missione di solidarietà a sostegno della popolazione civile — gli attivisti hanno avuto incontri con esponenti governativi locali, come si evince da un comunicato di propaganda emesso dal ministero del Turismo siriano e dalle foto postate in rete. Tra drappi con la tartaruga simbolo della delegazione rossobruna, tricolori, bandiere siriane e tour tra le macerie, il gruppetto ha portato il suo sostegno a uno dei governi più discussi del pianeta. Alla visita — organizzata dalla onlus So.lid. che fa capo al Fronte Europeo di solidarietà per la Siria, una coalizione di gruppi neo fascisti e di estrema destra europei che sosteng…


Homepage



Creative Commons Attribution 4.0 International license used for original contents.